fbpx

Scopri il tuo Talento

5 Consigli per scoprirlo e metterlo a frutto

Lo sai che il talento è l’uovo di colombo? L’acqua calda scoperta da un islandese? Le righe che seguono ti faranno sorridere e gioire. E anche sentire in colpa per non averci pensato prima: per scarsa autostima e magari una certa dose di pigrizia o timidezza.

Il talento è infatti qualcosa che tutti hanno a disposizione e che possono scoprire, coltivare, far fruttare. È quella attitudine, quella o quelle abilità che quando riesci ad esprimerle o praticarle

  • ti riescono proprio bene
  • ti fanno sentire a tuo agio
  • ti fanno sentire utile
  • ti fanno raccogliere consensi

Tutti hanno talenti, non tutti si impegnano a scoprirli e a lavorarci.

1. Smettere di lamentarsi di non possedere un talento

Abbiamo appena appurato che tutti possiedono talenti. Scegliamo quindi innanzitutto di impegnarci nella conoscenza di noi stessi.

2. Osserviamoci, prendiamoci il tempo necessario

Valorizziamoci, non sminuiamoci. Passiamo a setaccio azioni semplici e complesse che svolgiamo bene, con piacere e profitto praticamente da sempre. Quelle insomma per le quali gli altri ci chiedono consiglio.

3. Proviamo anche attività ed esperienze inusuali

Spesso non sappiamo di avere un talento innato per qualcosa perché partiamo dal preconcetto di non riuscire a farlo, a praticarlo, a portarlo a termine. Se notiamo invece di avere un desiderio profondo proviamo a metterlo in pratica. Esperimentiamo: potremmo capire di avere invece un talento specifico che il nostro io profondo cercava di far emergere ma che noi ricacciavamo sistematicamente in cantina.

4. Think different. Pensa in modo creativo

Anzi, diventa creativo. Guarda a te stesso in modo diverso. Chiedi anche ad amici e parenti di aiutarti a capire in cosa eccelli in modo facile facile. Sì, lo sguardo degli altri, quando è sincero e disinteressato è illuminante rispetto a ciò che di noi magari non vediamo o non riconosciamo.

5. Fanne una sfida personale: mettici orgoglio e voglia di riuscire

Non lasciarti fermare nella ricerca del tuo talento da difetti presunti. E soprattutto quando avrai individuato il talento o i talenti di cui sei dotato, scegli di praticarli, di farli fruttare.

Tenerli in naftalina per timidezza o pigrizia non serve a nessuno: non fa bene a te stesso e nemmeno a chi può beneficiarne. Sì perché il talento va messo in circolo in un virtuoso scambio. Tanto è tuo il talento, non ti può essere sottratto, puoi solo allenarlo e migliorarlo.

Armando De Nigris

Visionario, Imprenditore, autore best seller, Master in PNL. Appassionato di Ipnosi Eriksoniana, Neuroscienza e di Comunicazione persuasiva.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *