fbpx

Insicurezza addio, voglio liberarmi di te!

Consigli ed esercizi utili per migliorare autostima e decisione

Insicurezza e scarsa autostima viaggiano in tandem. Anzi rallentano le nostre mosse e spesso ci allontanano o separano inesorabilmente dai nostri obiettivi. Liberarsi dell’insicurezza è soprattutto questione di volontà e di esercizio.

Parlare in pubblico, affrontare il capufficio, prendere decisioni in totale autonomia, saper dire dei no, cambiare look: sono tante le situazioni in cui vorremmo essere più sicuri di noi.

Non si tratta di ostentare sicurezza in modo narcisistico, tanto caro alla nostra epoca di selfie e like. Essere sicuri e avere una buona autostima è un’altra cosa.

Conosci te stesso, accettati, apprezzati

Chiediamoci innanzitutto in cosa ci dovremmo sentire sicuri e di cosa avere autostima. I narcisi molto spesso non hanno oggettiva conoscenza di sé delle proprie caratteristiche, abilità e limiti.

La timidezza viene spesso additata come limite invalicabile: guardiamola invece come caratteristica e affianchiamola ad altre caratteristiche. Non tutti sono mattatori di riunioni aziendali o famigliari, ma possono

  • migliorare la propria insicurezza nel proporre le proprie idee
  • affiancare altre caratteristiche o capacità (di osservazione, di sensibilità, di sintesi, etc…)

Conoscenza di noi stessi quindi, poi accettazione e reale apprezzamento! Sempre

5 Esercizi essenziali per superare l’insicurezza

Esistono due premesse fondamentali per allenarsi a superrare le proprie insicurezze:

  • non siamo i soli a provare o aver provato certe paure
  • diamoci la possibilità di sbagliare e quella di cambiare

1.  Guarda la paura, la scoprirai meno terrorizzante

Affrontando una paura chiediamoci: “Cosa mai potrebbe accadere”? È importante avere uno sguardo reale sulle situazioni. Quando ci assale il timore di una figuraccia, di un no o di un fallimento, fermiamoci a guardare in faccia questa paura. Quasi sempre scopriremo che il possibile fallimento sarebbe meno tragico di quanto ci figuriamo nella nostra mente. I preconcetti sulla nostra incapacità agiscono anche sul possibile esito sfavorevole degli eventi.

2.  Pensa positivo: capacità ed esiti positivi

Invece di concentrarci sugli aspetti potenzialmente negativi di una vicenda, pensiamo:

  • alle volte in cui una situazione simile è andata bene
  • alle nostre caratteristiche positive

L’autostima precede sempre la sicurezza:

  • io ho delle capacità
  • se anche andrà male non cadrà il mondo e soprattutto io mi vorrò bene lo stesso

3.  Non giustifichiamoci, non facciamo paragoni

Spesso l’insicurezza arriva dalle aspettative che i genitori hanno avuto su di noi fin dalla nostra infanzia. Non cerchiamo conferme e non troviamo continue giustificazioni alle nostre paure e ai blocchi che provocano sulla nostra vita o sul  nostro lavoro. Diamoci invece l’opportunità di superarli. Un po’ per volta, ma facciamolo.

4.  Esercitiamoci

Non si può cambiare dal giorno alla notte. Iniziamo dunque ad esercitare la nostra sicurezza un po’ alla volta, iniziando dalle situazioni più facili. Un comportamento sicuro è un habitus, una abitudine per dirla con i latini, che si conquista un po’ per volta. La sicurezza si confeziona sartorialmente: quando ci sta bene non cade, non ci abbandona come le cose improvvisate.

5.  Cambiamo mentalità e frequentazioni

È importante cambiare mentalità! E anche frequentare

  • persone sicure, dalle quali imparare uno stile di autostima
  • persone che ci stimano come siamo

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, condividilo e metti in pratica.

Armando De Nigris

Visionario, Imprenditore, autore best seller, Master in PNL. Appassionato di Ipnosi Eriksoniana, Neuroscienza e di Comunicazione persuasiva.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *