fbpx

Event Manager: 5 caratteristiche immancabili

da | Apr 8, 2020 | Eventi | 0 commenti

evento azienda responsabilità organizzazione progetto ufficio squadra lavoro

Talento e leadership fanno la differenza, ma l’event manager non deve mancare di alcune abilità

 

Vengono annoverate tra le soft skills e per un event manager sono abilità imprescindibili. Stiamo parlando di Capacità Organizzative, Creatività, Gestione dello Stress, Attenzione ai dettagli, Flessibilità. Certamente non sono sufficienti a creare un top event manager, ma senza di esse non ci si attesta nemmeno nella sufficienza.

Originalità, Lungimiranza, Instancabilità, Aggiornamento e soprattutto Leadership faranno la differenza. Ma senza le prime difficilmente si è in grado di organizzare un progetto di lavoro articolato come un evento e di coordinare efficacemente collaboratori e fornitori.

dirigere organizzare lavoro delega azienda team scelta

1.  Capacità Organizzative

La prima caratteristica che non può mancare ad un event manager è la capacità organizzativa. Perché ricordarlo? Perché è la definizione stessa di manager a sottintenderlo: colui che gestisce / organizza / dirige. Chi è in grado di gestire è in grado di scegliere e delegare parti del lavoro –in modo efficiente– ad altri collaboratori, partner e fornitori.

Il manager –l’event manager– è colui al quale fanno riferimento tutti coloro che collaborano alla realizzazione di un evento: soprattutto quando l’evento inizia e si entra in fibrillazione affinché gli invitati siano invece a proprio agio e non si accorgano di quanto lavoro li circonda.

creativo diverso pensiero mindset azienda flessibile soluzioni originali valori

3.  Creatività

Le buone idee fanno sempre la differenza. E non devono necessariamente essere bizzarre. La creatività è la capacità manageriale di ‘pensare in modo diverso’: un modo diverso di accostare dettagli, di preordinare elementi, di proporre situazioni. Un evento memorabile non è necessariamente un evento fantasioso o eccessivo, ma azzeccato per contesto e situazione.

4.  Attenzione ai dettagli

Basta poco per non essere scontati o, peggio, dozzinali in un allestimento floreale o di tavoli, o nella creazione di inviti o nell’avvicendamento degli interventi di introduzione a un evento. Il manager deve saper dare le direttive di gusto e opportunità per fare la differenza rispetto ad altri.

5.  Flessibilità

Proprio perché sa pensare in modo fuori dagli schemi usuali e sa gestire stress ed imprevisti, l’event manager deve essere flessibile. E aiutare gli altri ad esserlo per risolvere problemi e situazioni inattese, ma anche per proporre e valorizzare soluzioni originali e distintive di un evento. Ricordiamoci davvero che anche un evento all’apparenza breve, sia privato che aziendale, deve essere ricordato come perfetto nel suo genere. 

Armando De Nigris

Visionario, Imprenditore, autore best seller, Master in PNL. Appassionato di Ipnosi Eriksoniana, Neuroscienza e di Comunicazione persuasiva.

0 commenti