Darsi delle regole: 5 abitudini comuni nelle persone di successo

Condividi Su:

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Il successo è la progressiva realizzazione di un obiettivo o un ideale di valore, non è una questione di fama o ricchezza. 

Anche se spesso questi attributi coincidono, esistono persone comuni che riescono a raggiungere i propri obiettivi e personaggi ricchi e famosi la cui vita reale è un totale disastro.

Per ottenere il successo è fondamentale sviluppare le potenzialità affinché diventino strumenti d’azione, la speranza e il talento da soli non bastano.  

Per fare questo serve disciplina, allenamento e preparazione

Ci sono diversi modi per coltivare il proprio potenziale, ognuno ha i propri metodi, ma alcune abitudini sono un denominatore comune che è giusto acquisire, per riuscire nello scopo, mantenendo il proprio equilibrio.

Pianificazione, ogni passo è importante

Nessuna guerra è mai stata vinta senza strategia. Avere un’idea chiara della situazione e di come muoversi è fondamentale per la propria riuscita. È importante stabilire a priori un piano d’azione con un sentiero da seguire e a cui tornare nel caso in cui lo si perdesse.

Non occorre stabilire obiettivi a lungo termine, la cima della montagna si raggiunge un passo alla volta.

Pare che Benjamin Franklin ogni mattina al suo risveglio si chiedesse: “Cosa di buono posso fare oggi?”.

Svegliarsi presto: chi parte prima è già in vantaggio

Questo è un aspetto che non piace proprio a nessuno, specialmente in questi giorni invernali, dove fuori dal piumone c’è solo il freddo ad attenderci.

Tuttavia è il caso di accettare questa realtà, la gente di successo si sveglia presto.

I nostri ritmi circadiani, così si chiama l’apparato biologico che regola il sonno, sono sincronizzati con i cicli solari.

Anche per questo i contadini, il cui mestiere è legato saldamente al Sole, sono soliti svegliarsi col canto del gallo.

Inoltre la mattina presto è molto più difficile incorrere in distrazioni, in quanto la mente è più fresca e gli stimoli esterni sono meno frequenti e rumorosi.

Tim Cook, CEO di Apple, ha dichiarato di ottenere i maggiori risultati nelle prime ore del giorno. Come si suol dire “Il buongiorno si vede dal mattino”. 

Focus, la cima si raggiunge un passo alla volta

Starai iniziando a capire che la strada per il successo è lunga e impervia, non esistono trucchi. Bisogna darsi da fare, pianificare e non lasciarsi abbattere

Una volta gettate le basi per partire però bisogna fare il primo passo, poi il secondo e così via fino al raggiungimento dell’obiettivo.

In questa farse è importante evitare di procrastinare, rimandare un’attività impigrisce lo spirito e mette a rischio tutto il lavoro di pianificazione.

Occorre concentrazione nel qui e ora, il cosiddetto focus; focalizzarsi su un’ attività alla volta, prestando attenzione al presente. Ogni secondo è fondamentale, perché il tempo è denaro. 

Shannon Miller è una ginnasta olimpica, il suo allenamento è pianificato minuto per minuto. In questo modo lo spreco del tempo si riduce ai minimi e lei può concentrarsi su ogni singolo esercizio, senza doversi preoccupare di cosa viene dopo.

Work hard, play hard (Lavoro duro, gioco duro)

Si usa dire “fai un lavoro che ti piace e non lavorerai mai un giorno in vita tua”, questa verità spesso viene fraintesa. 

Quando ci si immerge troppo in ciò che si sta facendo, si rischia di sviluppare un’ossessione oppure di nauseare ciò che prima ci piaceva.

Per questo è importante alternare il duro lavoro a momenti di svago, da dedicare ad un hobby.

Warren Buffet nel 2016 era l’uomo più ricco del mondo. Ancora oggi, quando non si dà da fare, si prende i suoi momenti, si mette in veranda, sulla sua sedia a dondolo e suona l’ Hukulele. 

In questo modo distende i nervi, libera la mente e alimenta la creatività, dice lui, noi gli crediamo.

Per questo è importante alternare il duro lavoro a momenti di svago, da dedicare ad un hobby.

Imparare a capire il valore delle cose

Imparare a capire il valore delle cose è l’abilità principale per arrivare a raggiungere i propri obiettivi. Sarebbe dovuta stare in cima a questa lista, ma purtroppo non è un potere innato e si affina nel tempo.

Occorre esperienza per imparare a dare il giusto peso a quello che dobbiamo fare.

Bisogna fare errori e accumulare precedenti da cui trarre spunto. Una volta acquisite queste lezioni, bisognerà pesare le situazioni e disporle in un ordine gerarchico per importanza.Questo deve essere fatto così nel lavoro, come nella vita privata. 

Steve Jobs sosteneva che: Le cose non devono essere importanti per cambiare il mondo.

Il che è anche vero, perché sono le persone che cambiano il mondo, non le cose.

Ogni individuo ha la propria scala di valori, è personale e non sempre combacia con ciò che è importante a livello globale. Per questo chi vuole cambiare il mondo non deve basarsi sui criteri universali, ma sui propri.

Non avere successo è un peccato, ma avere rimpianti è ancora peggio, per non averne è giusto avere ben chiara la propria classifica delle cose importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

E Ricevi Subito Gli Aggiornamenti

Altri Articoli